ATTUALITA'

CASA DI RIPOSO ‘BERARDI’ DI VELLETRI. VERDI SINISTRA E BENI COMUNI INCALZA FORZA ITALIA: ‘ESCE DAL LETARGO E SI RICORDA CHE È CHIUSA’

Si riaccende il dibattito sulla situazione della IPAB Opera Pia Berardi di Velletri, una casa di riposo per anziani, che è stata chiusa meno di un anno fa e che ha causato preoccupazione tra gli ospiti, le loro famiglie e il personale in servizio. Verdi Sinistra e Beni Comuni di Velletri incalzano la maggioranza che avrebbe disatteso le promesse fatte.

La Casa di Riposo Opera Pia G. e F. Berardi a Velletri è una struttura che ha fornito servizi sociali importanti per gli anziani con difficoltà economiche per moltissimi anni. A causa di problemi economici, la struttura non è stata in grado di adeguarsi alle recenti normative in materia dopo un’ispezione da parte della ASL Roma 6. Per questo motivo, l’Amministrazione Comunale aveva disposto la chiusura della Casa di Riposo e il trasferimento degli anziani ricoverati.

Il consigliere regionale Claudio Marotta aveva presentato a ottobre 2023, un’interrogazione al presidente del Consiglio Regionale del Lazio, Antonio Aurigemma, chiedendo quali azioni fossero state intraprese per garantire il ripristino delle condizioni di assistenza alla popolazione anziana e dei servizi erogati sul territorio comunale di Velletri, oltre ovviamente la riapertura della Casa di Riposo Berardi in tempi brevi.

Verdi Sinistra e Beni Comuni Velletri, insieme a Europa Verde Velletri, tornano sulla questione dopo meno di un anno dalla chiusura della struttura: “Meno di un anno è passato dalla chiusura della IPAB Berardi di Velletri. All’inizio molto rumore, poi nel dimenticatoio dei buoni propositi. Agli ospiti, alle famiglie e al personale in servizio non sono bastati i segnali di attenzione, promessi e disattesi dalla maggioranza locale e regionale. Solo a ottobre con l’interrogazione in Consiglio Regionale ad opera di Verdi e Sinistra a cura del Consigliere Claudio Marotta e su sollecitazione di Europa Verde Velletri la questione è stata puntualmente posta a livello istituzionale. Un’operazione senza alcun supporto locale da parte dell’attuale maggioranza e in particolare da Forza Italia, che solo ora esce dal letargo”, prosegue la nota di Verdi Sinistra Beni Comuni.

Leggi anche: VELLETRI, L’AMMINISTRAZIONE AUMENTA LA TARI. CONTRARI VERDI E BENI COMUNI: “AUMENTO DELLA TARIFFA SEGNALE NON POSITIVO”

“Tuttavia, ad oggi, ancora nessuna risposta, nonostante, proprio nelle mani della Regione è possibile una soluzione. Però il tema è utile per la campagna elettorale delle elezioni Europee e quindi, senza scrupoli e con faccia tosta, solo ora si solletica un disagio serio e profondo che vive nel silenzio”.

E conclude: “Il tanto decantato asse amministrativo locale-regione non funziona o, meglio, funziona per alcuni, ma non per tutti. Così secondo uno schema più che noto un po’ di insano populismo non si nega a nessuno neanche per problemi che meriterebbero un approccio più sobrio e bipartisan. Addirittura, chi promuove una fantomatica associazione ha già avuto voti per risolvere il problema, ma ben si guarda da chiedere conto all’assessore regionale Aurigemma che del resto poco o nulla avrebbe avuto da dire visto che, sul tema, non risponde da 8 mesi”.

Unisciti a Oggi Lazio sul canale WhatsApp e su Facebook per ricevere costanti aggiornamenti sulle ultime notizie

Related Posts