IN PRIMO PIANO

CIVITAVECCHIA, PRIMO PASSO PER LA REALIZZAZIONE DEL PARCO EOLICO OFF-SHORE. SODDISFAZIONE DELL’UGL

“Grande soddisfazione per l’annuncio odierno da parte del Ministero per l’Ambiente e la Sicurezza Energetica che ha concesso l’autorizzazione per la valutazione di impatto ambientale relativa al progetto di realizzazione di un parco eolico off-shore a Largo di Civitavecchia”.

E’ quanto esprimono il Segretario Regionale UGL Lazio Armando Valiani e la responsabile territoriale Fabiana Attig sulla decisione arrivata dopo un lungo e scrupoloso processo protrattosi per anni.

Il progetto prevede l’installazione di 27 turbine eoliche galleggianti collocate a oltre venti chilometri dalle coste locali, per una produzione energetica complessiva di 540 megawatt.

Il sindacato sottolinea l’importanza di avviare fin da ora la progettazione dell’hub produttivo per la produzione in loco di tutti i componenti necessari, considerando la continuazione del processo procedurale: “È imperativo – spiegano Valiani e Attig – coinvolgere le istituzioni locali nelle questioni sindacali; in tale contesto, si auspica un segnale concreto dalle alte cariche politiche, alla luce della delicata situazione dei lavoratori metalmeccanici a rischio di perdere il lavoro a causa della transizione energetica. Si attendono a livello nazionale l’implementazione di provvedimenti che favoriscano la realizzazione delle infrastrutture necessarie. Tuttavia, fino ad oggi, si è assistito solamente a dibattiti riguardo a tale questione”.

Leggi anche: PRIVATIZZAZIONE POSTE ITALIANE, SINDACATI PREOCCUPATI: “POSSIBILE RAZIONALIZZAZIONE DEGLI UFFICI IN UN’OTTICA DI MERO PROFITTO”

Va ribadita che l’effettiva creazione del parco eolico comporterà un impatto occupazionale marginale, un primo passo questo, notevolmente distante dalle garanzie precedentemente offerte dalle attività lavorative locali: “L’unico sviluppo economico tangibile per la comunità – concludono Valiani e Attig – è strettamente legato alla creazione dell’hub, della logistica e della cantieristica dove saranno fabbricati e assemblati i vari componenti degli impianti, il che richiederà anche un adeguamento strutturale del porto e del territorio del Comune”.

La UGL Lazio ringrazia il sindaco del Comune di Civitavecchia Ernesto Tedesco per la determinazione e l’impegno profuso nella ricerca di soluzioni innovative e partecipative. Un Percorso che il primo cittadino ha tracciato fin dall’inizio con tutte le OO.SS. sia per uno sviluppo di tecnologia pulita che alla salvaguardia e valorizzazione dei livelli occupazionali del territorio.

Unisciti a Oggi Lazio sul canale WhatsApp e su Facebook per ricevere costanti aggiornamenti sulle ultime notizie

Related Posts