ATTUALITA' IN PRIMO PIANO

COMITATO NOC PER IL DIRITTO ALLA SALUTE: DOPO LA LETTERA INVIATA A 21 SINDACI NESSUN GRANDE RISULTATO

Dopo la lettera inviata a 21 sindaci dei Castelli Romani con oggetto “Richiesta per la convocazione della Conferenza dei Sindaci dell’ASL RM 6 sulle problematiche del NOC (Nuovo Ospedale dei Castelli) e il totale rispetto all’ Accordo di Programma”, il comitato NOC per il diritto alla salute torna ad esprimersi sulla questione, denunciando poca attenzione nei confronti delle loro richieste.

“Riteniamo essenziale spiegare ai cittadini la complessa problematica del Nuovo Ospedale dei Castelli (NOC) visto che le istituzioni, attraverso i mezzi di comunicazione (manifesti pubblici) confondono loro le idee. Le problematiche del Nuovo Ospedale le abbiamo ampiamente denunciate con le nostre iniziative sul territorio e online.

Pur se, in queste ultime settimane, il NOC è diventato oggetto di ipocrite sponsorizzazioni politiche in cerca di visibilità e consensi elettorali, le sue criticità possono e devono essere affrontate da chi ci amministra, attraverso gli strumenti che hanno a loro disposizione in base alle leggi in vigore: l’Accordo di Programma, sottoscritto dagli enti pubblici: Regione Lazio, ASL RM 6 e Comune di Ariccia- Convocazione del Collegio di vigilanza presieduto in forma permanente dal Sindaco pro-tempore di Ariccia; la Conferenza dei sindaci ASL RM 6.

Leggi anche: PRIMA GIORNATA DI MOBILITAZIONE CONTRO LE LISTE D’ATTESA NELLA SANITÀ DI SPI CGIL FROSINONE LATINA

Questo organo può essere convocato ogni talvolta si ritiene necessario discutere su qualsiasi problematica sanitaria del territorio.

Sulla spinta del Comitato e le firme raccolte per il rispetto dell’Accordo di programma, pochi sindaci e solo verbalmente, hanno dichiarato il loro interesse a sostenere le iniziative in favore del pieno funzionamento del Nuovo Ospedale. Nonostante abbiamo sollecitato con note informative scritte e aggiornamenti, tutti i primi cittadini dei 21 comuni della ASL RM 6, non abbiamo avuto grandi risultati. Si ha la sensazione che essi non abbiano la consapevolezza (o la ignorano volutamente) del peso decisionale che hanno per dare le risposte che la Struttura sanitaria meriterebbe.

Se non ci si pone come urgente, l’obiettivo di far rispettare i termini dell’Accordo di programma, anche perseguendo vie legali, le promesse fatte e che si continuano a fare ai cittadini sono solo chiacchiere che si sa, se le porta via il vento.

Vogliamo in particolare ribadire al sindaco Staccoli (pur sapendo che non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire), che solo attraverso la realizzazione completa del Parco della salute, il NOC può diventare un Policlinico e rappresentare un forte volano socio economico per territorio di Ariccia. Il diniego del suo ruolo decisionale è costante e persino irritante.

Saremmo altresì grati al Sindaco di Ariccia, come Comitato, se potesse assicurarci il diritto, come cittadini e come previsto in termini di legge, di vedere regolarmente affissi i nostri manifesti informativi, frutto di autofinanziamento e di piccoli contributi dei cittadini ai punti informativi. Noi, diversamente dall’ENTE che egli amministra, non godiamo di finanziamenti pubblici”.

Comitato NOC e per il diritto alla salute

Unisciti a noi sul nostro canale WhatsApp e su Facebook per ricevere costanti aggiornamenti sulle ultime notizie

Related Posts