ATTUALITA'

CROCE DI CACUME A RISCHIO: CHIESTI AIUTI ALLA REGIONE

La Croce di Monte Cacume: un simbolo in pericolo che richiede interventi strutturali urgenti

Il Sindaco di Patrica, Lucio Fiordalisio, ha recentemente emesso un comunicato ufficiale per sollevare la questione critica riguardante la Croce di Cacume. Questo storico monumento, che da oltre un secolo domina i Monti Lepini e la Valle del Sacco, sta affrontando seri problemi strutturali a causa delle avverse condizioni atmosferiche e della mancanza di manutenzione adeguata.

In particolare, il Sindaco ha evidenziato il deterioramento del basamento in cemento della Croce, che ha esposto le parti in ferro agli elementi e causato un avanzato processo di arrugginimento. Questo degrado strutturale è stato aggravato da un evento traumatico avvenuto due anni fa, quando un fulmine ha colpito la Croce, scaricando la sua energia fino al terreno e causando danni significativi anche alla Chiesa di fronte.

La situazione ha richiesto l’intervento dell’Associazione Orchidea per le riparazioni necessarie alla Chiesa, ma ora l’attenzione si è spostata sulla Croce stessa. Il Sindaco Fiordalisio ha informato che, dopo una serie di sopralluoghi, è stato approvato un progetto di fattibilità per la risistemazione e la messa in sicurezza della Croce. Questo progetto si presenta come una sfida notevole, considerando la posizione isolata del monumento e le difficoltà logistiche ad esso collegate.

Leggi anche: FROSINONE, PRESENTATO IL PROGETTO “HELIOS”

Il Sindaco ha inoltre sottolineato l’importanza culturale e storica della Croce per la regione. Da 120 anni, essa rappresenta un punto di riferimento non solo per gli abitanti di Patrica ma anche per tutti i paesi circostanti. La sua presenza è un richiamo turistico significativo, attirando migliaia di visitatori ogni anno.

In un tentativo di garantire il supporto necessario per questo importante progetto, Fiordalisio ha portato la problematica all’attenzione del Consigliere Regionale Daniele Maura. Quest’ultimo si è impegnato a rappresentare la questione davanti al Presidente Rocca, originario di Ceccano e noto per il suo impegno nei confronti del territorio provinciale.

La situazione della Croce di Cacume pone in evidenza la necessità di un intervento tempestivo e ben coordinato per garantire la sua sopravvivenza e sicurezza. Con la mobilitazione di risorse e attenzione a livello locale e regionale, si spera che questa importante eredità culturale possa essere salvaguardata per le generazioni future.

Related Posts