POLITICA

DISCARICA ARDEA, ZUCCALÀ CHIEDE ALLA REGIONE DI INSERIRE L’AREA NEL FINANZIAMENTO PER LA BONIFICA

I pompieri continuano a operare per estinguere l’incendio di grandi proporzioni che è scoppiato ieri mattina a Ardea, più precisamente a Montagnano, dove si è sviluppato un incendio in un deposito abusivo di pneumatici.

Attualmente si attendono i risultati iniziali del monitoraggio dell’aria condotto dall’Arpa Lazio per valutare la qualità dell’aria, mentre nel frattempo il sindaco di Ardea e i sindaci delle città circostanti stanno emettendo ordinanze per proteggere la salute pubblica.

Leggi anche: ARDEA, ROGO ANCORA ATTIVO DOPO 24 ORE. COMITATO UST: “NON SIAMO ESAGERATI, SIAMO PREOCCUPATI”

Sul tema si è espresso anche il consigliere regionale del M5S Adriano Zuccalà, interpellando la regione a prendere provvedimenti immediati:

“Una storia che conosciamo fin troppo bene e che si ripete ormai a cadenza regolare sul territorio di Pomezia, Ardea e Castelli Romani. Inoltre, il sito interessato dall’incendio pare appartenesse allo stesso proprietario di EcoX, azienda distrutta in un rogo nel 2017 per cui la città di Pomezia aspetta ancora le operazioni di bonifica.

Un film dell’orrore con un copione sempre uguale: protagoniste le discariche abusive che i cittadini puntualmente denunciano senza risultati, roghi che divampano in piena notte, nubi tossiche che la cittadinanza è costretta a respirare per giorni, e poi aree contaminate abbandonate per anni, in attesa di finanziamenti per la bonifica che, se arrivano, sono sempre tardivi.

Chiediamo alla Regione Lazio di intervenire tempestivamente verificando se esistono i presupposti per inserire il sito oggetto dell’incendio di Ardea tra le aree oggetto di finanziamento nel triennio 2024-2026 per le bonifiche e i ripristini ambientali.

Unisciti a Oggi Lazio sul canale WhatsApp e su Facebook per ricevere costanti aggiornamenti sulle ultime notizie

Related Posts