ATTUALITA'

DISCARICHE ABUSIVE LUNGO IL FIUME MOLLARINO

La segnalazione di Fare Verde Frosinone

La lotta contro le problematiche ambientali in Provincia di Frosinone, guidata instancabilmente dall’organizzazione ecologista Fare Verde, ha raggiunto un punto cruciale con la fine dell’anno 2023. Il gruppo, sotto la guida del Dirigente Provinciale Paolo Fallena, ha affrontato una serie di sfide ambientali che mettono in evidenza la crescente urgenza di un cambiamento a livello locale.

Una svolta significativa nella battaglia contro l’inquinamento è stata la scoperta di due discariche abusive lungo le rive del fiume Mollarino. Questo ritrovamento, effettuato con l’ausilio di un drone, ha messo in luce l’insostenibile pratica dell’abbandono incontrollato di rifiuti, in particolare materiali edili. La situazione, descritta come estremamente pericolosa per le acque del Mollarino, ha provocato una reazione immediata con segnalazioni all’Autorità Giudiziaria di Cassino, ai Carabinieri Forestali di Atina e al Sindaco di Atina, sottolineando la necessità di un’azione urgente per la bonifica.

Nel contesto di queste sfide, Fare Verde ha anche dovuto affrontare una serie di problemi ambientali a livello provinciale. La pessima qualità dell’aria, una questione direttamente collegata alle politiche locali, è stata un punto di grande preoccupazione. Questo si è aggiunto alle gravi problematiche legate all’abusivismo edilizio e al dissesto idrogeologico che affliggono numerosi territori comunali. L’area di Patrica, nell’areale Ferruccia Fosso Vadisi, è stata particolarmente colpita da emissioni odorigene insopportabili, complicando ulteriormente la situazione.

Fare Verde ha svolto un’azione di vigilanza amministrativa continua, pur preferendo non dover intervenire in tali circostanze. I gruppi locali si sono battuti quotidianamente per sensibilizzare la comunità sull’importanza di non abbandonare i rifiuti, evidenziando come tale comportamento, ora classificato come reato, sia non solo incivile ma anche delinquenziale.

Leggi anche: QUALITA’ DELL’ARIA IN PROVINCIA DI FROSINONE

I Dirigenti Nazionali di Fare Verde ETS ODV, Dott. Manola Boccarossa e Dott. Marco Belli, hanno enfatizzato la gravità della situazione. Dal 10 ottobre 2023, l’abbandono e il deposito incontrollato di rifiuti sono considerati illeciti penali. Questa modifica legislativa significa che ogni individuo, e non solo le imprese, è passibile di denuncia per l’abbandono o il deposito incontrollato di rifiuti. La normativa comprende l’abbandono di rifiuti sul suolo, nel suolo, nei corsi e specchi d’acqua e stabilisce inoltre che la distruzione dei rifiuti con il fuoco è un grave reato.

Il video che documenta i due siti di rifiuti lungo le rive del Mollarino ad Atina (FR) ha suscitato notevole attenzione, sottolineando l’urgenza di un’azione concreta e della responsabilità individuale nella salvaguardia dell’ambiente.

Con un anno così travagliato alle spalle, l’attenzione ora si rivolge al futuro, con la speranza che l’impegno di Fare Verde e la crescente consapevolezza pubblica possano guidare la Provincia di Frosinone verso un futuro più sostenibile e rispettoso dell’ambiente.

Foto di repertorio

Related Posts