IN PRIMO PIANO

ELEZIONI EUROPEE 2024: COME E DOVE VOTARE IN ITALIA. TUTTE LE INFO UTILI

Le elezioni europee del 2024 sono alle porte e si svolgeranno in Italia l’8 e il 9 giugno. Questi appuntamenti elettorali rappresentano un momento cruciale per la democrazia europea, poiché verranno eletti, 720 membri del Parlamento europeo, rappresentanti degli interessi dei cittadini dell’Unione. Ecco una guida su come e dove votare, oltre alle regole fondamentali che regolano questa tornata elettorale.

L’8 e il 9 giugno, i cittadini italiani si recheranno alle urne per eleggere i loro rappresentanti al Parlamento Europeo. Saranno chiamati a votare per 76 eurodeputati, con la possibilità di indicare fino a un massimo di tre candidati, a condizione che siano di sesso diverso. Questa specificità del voto di preferenza permette di promuovere una maggiore parità di genere nelle candidature.

Requisiti per Votare

Per esercitare il diritto di voto alle elezioni europee in Italia, bisogna aver compiuto 18 anni. Possono votare sia i cittadini italiani residenti in Italia che quelli residenti in altri Stati membri dell’UE, purché iscritti nelle apposite liste elettorali. Anche i cittadini di altri Paesi membri dell’UE, residenti in Italia, possono votare, a condizione che rispettino i requisiti di eleggibilità.

In Italia, le urne saranno aperte in due fasce orarie: dalle 14 alle 22 di sabato 8 giugno e dalle 7 alle 23 di domenica 9 giugno. Durante queste stesse ore si svolgeranno anche le elezioni regionali in Piemonte e le elezioni amministrative in 3.700 comuni italiani. Lo spoglio dei voti inizierà immediatamente dopo la chiusura delle urne, alle 23 di domenica.

Per votare, ogni cittadino deve recarsi al proprio seggio elettorale munito di scheda elettorale e documento d’identità valido. Questa procedura è essenziale per garantire la regolarità e la trasparenza del processo elettorale.

Il Sistema Elettorale

L’Italia utilizza un sistema proporzionale per le elezioni europee, come richiesto dalla legge elettorale europea. Questo sistema garantisce che i seggi vengano distribuiti in modo proporzionale ai voti ricevuti dalle liste. Inoltre, gli elettori italiani possono esprimere delle preferenze all’interno della stessa lista, indicando fino a tre candidati, rispettando l’alternanza di genere nel caso di due o tre preferenze.

Soglia di Sbarramento e Circoscrizioni

Per essere rappresentati al Parlamento europeo, le liste devono superare una soglia di sbarramento del 4% dei voti validi espressi a livello nazionale. L’Italia è suddivisa in cinque circoscrizioni elettorali sovra-regionali: Nord Occidentale, Nord Orientale, Centrale, Meridionale e Insulare. Il numero di seggi assegnati a ciascuna circoscrizione è proporzionale alla popolazione residente.

Leggi anche: ELEZIONI EUROPEE 2024, TUTTI I CANDIDATI IN ITALIA CENTRALE

Dove Votare

In Italia: Gli elettori votano presso il seggio elettorale indicato sulla tessera elettorale. È possibile verificare la propria sezione rivolgendosi al Comune di residenza. Sono previste modalità di voto particolari per degenti, elettori non deambulanti, detenuti, militari e studenti fuori sede, che possono presentare domanda entro il 5 maggio.

Cittadini Italiani all’Estero: I cittadini italiani residenti in un altro Stato membro dell’UE possono votare presso i seggi elettorali allestiti dalle sedi diplomatico-consolari italiane. Riceveranno un certificato elettorale dal Ministero dell’Interno con tutte le informazioni necessarie. In alternativa, possono scegliere di votare per i rappresentanti del Paese di residenza. Per votare in Italia, devono comunicarlo al sindaco del Comune italiano di iscrizione elettorale.

Cittadini Italiani fuori dall’UE: Devono recarsi nel Comune italiano in cui sono iscritti nelle liste elettorali.

La Novità del Voto per i Fuori Sede

Una delle novità di quest’anno riguarda gli studenti fuori sede. Grazie alla legge 38 del 25 marzo 2024, gli studenti che vivono lontano dal loro comune di residenza per motivi di studio possono votare nel luogo in cui si trovano. Per usufruire di questa possibilità, gli interessati dovevano presentare domanda al loro comune di residenza entro il 5 maggio. Una volta verificati i requisiti, il comune di residenza ha provveduto a informare il comune di domicilio o il capoluogo di Regione, che a loro volta hanno trasmesso i dati alla Prefettura entro il 22 maggio.

Gli studenti che hanno presentato regolarmente domanda riceveranno un’attestazione di ammissione al voto, contenente il numero e l’indirizzo della sezione presso cui potranno votare. Questa misura rappresenta un passo avanti significativo per facilitare la partecipazione democratica dei giovani, sebbene non si applichi ai fuori sede per motivi di lavoro o salute.

L’importanza del Voto

Nonostante il voto in Italia non sia obbligatorio, esso rappresenta un dovere civico come stabilito dall’articolo 48 della Costituzione italiana. Partecipare alle elezioni europee è fondamentale per contribuire attivamente alla costruzione del futuro dell’Unione Europea, influenzando le decisioni che avranno impatto su tutti i cittadini.

Per ulteriori informazioni riguardanti le modalità di voto, si consiglia di visitare le pagine web del Ministero dell’Interno e del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale oppure visitare questo sito. Non perdere l’opportunità di far sentire la tua voce in Europa!

Unisciti a Oggi Lazio sul canale WhatsApp e su Facebook per ricevere costanti aggiornamenti sulle ultime notizie

Related Posts