IN PRIMO PIANO

FERMARE I SUICIDI IN CARCERE: “NON C’È PIÙ TEMPO”. MARATONA ORATORIA E MANIFESTAZIONE DELL’UCPI

L’Unione delle Camere Penali Italiane ha lanciato una maratona oratoria su scala nazionale per sensibilizzare l’opinione pubblica sul drammatico fenomeno dei suicidi in carcere. L’evento si è svolto la mattina di mercoledì 10 luglio, coinvolgendo numerose città italiane attraverso le rispettive camere territoriali.

“Prosegue la mancanza di un programma di serie riforme strutturali e di ripensamento dell’intera esecuzione penale e l’irresponsabile indifferenza della politica di fronte al dramma del sovraffollamento ed alla tragedia dei fenomeni suicidari. In chiusura delle maratone oratorie organizzate dalle singole camere penali sui rispettivi territori, l’Unione organizza una manifestazione nazionale a Roma, in Piazza dei Santi Apostoli, in data 11 luglio 2024 dalle ore 14.30, a cui parteciperanno, oltre ai penalisti italiani, tanti esponenti della società civile, dell’associazionismo, non solo forense, e della politica”, così scrivono dall’Unione Camere Penali Italiane per lanciare la maratona oratoria sul territorio nazionale e la successiva manifestazione a Roma di domani. Lo slogan è “Non c’è più tempo”

La tappa a Velletri

A Velletri, la Camera Penale “Angelo Fagiolo” ha organizzato l’evento oggi, 10 luglio, davanti al Tribunale di Velletri, in piazza Giovanni Falcone. L’iniziativa ha visto la partecipazione del Sindaco di Velletri, Ascanio Cascella, che ha parlato sia in qualità di avvocato che di Primo Cittadino. “Mi trovo in una situazione ambivalente in quanto parlo da Sindaco e da avvocato. Conosciamo bene il dramma che vivono i detenuti italiani, un dramma figlio di un sistema che spesso non funziona. È necessario un programma di riforme strutturali e di ripensamento dell’intero sistema dell’esecuzione penale, per evitare che situazioni di questo tipo siano così frequenti”, ha dichiarato Cascella nel suo intervento.

maratona oratoria contro i suicidi in carcere dell'unione camere penali italiane. l'incontro di velletri

Leggi anche: EMERGENZA SUICIDI IN CARCERE: SOLO A GIUGNO SI CONTANO 12 CASI

Oltre a Cascella, numerose figure di rilievo hanno preso la parola durante la maratona. Tra questi, l’avvocato Stefano Perica, Presidente della sezione territoriale di Velletri della Camera Penale, l’avvocato Stefano Armati, Presidente del Consiglio dell’Ordine Forense, e Giorgio Innocenti, Referente dell’area giustizia ed esecuzione penale della Fondazione Caritas Velletri-Segni. Presenti anche Pierluigi Sanna, Sindaco di Colleferro, il Consigliere Massimo Garavini, delegato del Sindaco di Grottaferrata, Silvia Carocci, Sindaco di Artena, Laura Mujic, Assessore ai Servizi Sociali di Valmontone, l’avvocato Loredana Mariani, Assessore ai Servizi Sociali di Ariccia, Gabriele Di Bella, Comandante di Polizia Locale del Comune di Nemi, e don Roberto, Vicario in sostituzione del Vescovo, Sua Eccellenza Mons. Stefano Russo.

L’evento ha visto anche la partecipazione attiva di numerosi avvocati penalisti del Foro di Velletri, che hanno contribuito con i loro interventi a delineare un quadro complesso e doloroso delle condizioni di vita all’interno delle carceri italiane. La maratona oratoria ha rappresentato un momento di riflessione collettiva e di denuncia, puntando i riflettori sulla necessità urgente di riforme strutturali nel sistema penitenziario. L’iniziativa delle Camere Penali Italiane si pone come un grido d’allarme verso le istituzioni e la società civile, affinché il dramma dei suicidi in carcere non sia più ignorato. Una battaglia che mira a tutelare i diritti umani e a garantire condizioni di detenzione dignitose, nella speranza che eventi come questi possano contribuire a un cambiamento reale e duraturo.

Unisciti a Oggi Lazio sul canale WhatsApp e su Facebook per ricevere costanti aggiornamenti sulle ultime notizie

Related Posts