ATTUALITA' IN PRIMO PIANO

FROSINONE, OLTRE 500 PERSONE ALLA MARCIA PACIFICA PER LA LEGALITÀ

Ieri sera le strade di Frosinone hanno visto sfilare un’ondata di solidarietà e determinazione in una marcia pacifica che ha attraversato il cuore della città. Organizzata da associazioni civiche e cittadini, l’evento ha avuto l’obiettivo chiaro di mantenere alta l’attenzione sulla legalità e la sicurezza dopo la tragica sparatoria avvenuta solo una settimana fa in via Aldo Moro.

La marcia silenziosa, partita dal Parco Matusa, ha mosso i passi decisi di almeno 500 persone di tutte le età. Il percorso, significativamente scelto per attraversare via Aldo Moro, ha rappresentato un’importante testimonianza di solidarietà e memoria verso la recente tragedia che ha scosso la città.

Uno dei momenti più toccanti della marcia è stato il breve ma intenso stop di fronte allo Shake Bar, luogo che ha visto spegnere la vita di un giovane di soli 27 anni e dove sono stati posti dei fiori in ricordo. Qui, tra un silenzio carico di significato, i partecipanti hanno reso omaggio alla vittima, ribadendo con forza l’urgente necessità di un impegno collettivo per prevenire simili tragedie e garantire un futuro più sicuro per tutti.

Il motto “non restiamo indifferenti”, impresso su un grande cartellone che ha guidato la marcia lungo tutto il percorso, ha rappresentato un monito chiaro e un invito all’azione per l’intera comunità. La presenza massiccia di cittadini di ogni estrazione sociale, accomunati dal desiderio di un cambiamento concreto, ha reso la manifestazione un vero e proprio momento di partecipazione.

Non sono mancate le figure istituzionali, con il sindaco Mastrangeli, affiancato da altri esponenti della maggioranza e dell’opposizione locale. Significativa è stata anche la presenza di rappresentanti politici provenienti dalla Provincia e dalla Regione, segno tangibile di una mobilitazione che va oltre i confini comunali, ponendo il tema della sicurezza come una priorità condivisa su cui tutti devono convergere.

Leggi anche: FROSINONE, SI DIMETTE L’ASSESSORA SARDELLITTI. SITUAZIONE POLITICA SEMPRE PIÙ COMPLESSA

Alla fine della manifestazione sono stati distribuiti dei volantini ai partecipanti: “Frosinone dimostra di esserci e a gran voce chiede prevenzione, controllo, sicurezza. Ma anche politiche giovanili, decoro urbano, luoghi d’incontro e socializzazione. Questa sera abbiamo compiuto tutti insieme il primo passo per riappropriarci della nostra città”.

La marcia pacifica di ieri sera non è stata solo un momento di protesta, ma soprattutto un segno di speranza e di fiducia nella capacità della comunità di reagire unita di fronte alle sfide che la vita quotidiana le pone davanti. Resta ora da vedere se le istituzioni sapranno tradurre questo messaggio di unità e impegno in azioni concrete volte a garantire un futuro più sicuro e sereno per tutti i cittadini di Frosinone.

Unisciti a noi sul nostro canale WhatsApp e su Facebook per ricevere costanti aggiornamenti sulle ultime notizie

Related Posts