ATTUALITA' IN PRIMO PIANO

GIANLUCA QUADRINI IN PRIMA LINEA PER IL TURISMO CIOCIARO

In una lettera indirizzata ai consiglieri regionali Di Forza Italia, Gianluca Quadrini presenta l’istanza delle DMO  affinché venga rafforzato il dialogo progettuale che vedrebbe affermare il successo turistico della nostra Regione Lazio.

Secondo l’UNWT (Organizzazione Mondiale per il Turismo) una DMO (Destination Management Organization), è un’organizzazione  senza scopo di lucro che si occupa della strategie  della gestione coordinata di tutti gli elementi  che costituiscono una destinazione turistica.

<<Condivido con piacere una produttiva sollecitazione pervenutami dalle DMO Ambito Ciociaria>> è quanto afferma il Presidente del Gruppo di Forza Italia in Provincia, Gianluca Quadrini, nella lettera indirizzata ai consiglieri regionali del suo stesso partito.

Nella missiva il consigliere provinciale presenta l’istanza mossa dalle DMO StayCiociaria, Ciociaria Valle di Comino, Alta Ciociaria, Terra dei Cammini sull’interesse a partecipare alla nona edizione di Fiera dei Territori – Agritravel e Slow Travel Expo (ATEST), il salone internazionale dedicato al turismo slow, outdoor e activein programma dal 16 al 18 febbraio 2024 in Fiera Bergamo.

Lo stesso Quadrini afferma: <<Il tavolo di coordinamento delle DMO recentemente istituto presso il Palazzo della Provincia e da me Presieduto, sta permettendo di progettare in modo integrato un efficace modello di coesione e perfezionamento delle diverse identità dell’offerta turistica della Ciociaria. Questa esperienza di governance territoriale sul turismo è stata ben percepita negli anni dalla Regione Lazio – Direzione Turismo.

<<Una modalità di promozione turistica che si è saputa coniugare con tutte le altre DMO della Regione Lazio, i Parchi, gli operatori privati diventando una vera novità all’interno delle Fiere. – aggiunge Quadrini – Da una prima lettura sulla programmazione prevista per il 2024 di partecipazione alle Fiere, cogliamo con interesse la volontà di internazionalizzare l’offerta turistica del Lazio, e allo stesso tempo prendiamo atto che non sono state considerate di interesse alcune fiere, tra cui quella di Bergamo che detiene insieme a Brescia il titolo di Città Italiana per la Cultura 2023.

Leggi anche: POSTA FIBRENO, SUCCESSO PER “NATALE IN RISERVA”

<<Le relazioni che mi sono state sottoposte, relativamente alla partecipazione Fiera di Bergamo marzo 2023 e gli sviluppi che si sono determinati a seguire tra Ente Fiera e gli Attori turistici del Lazio, ci invitano ad avere una maggiore interazione con i territori, rafforzando il dialogo progettuale per concorrere insieme ad affermare il successo turistico della nostra Regione. – si legge ancora nella lettera – La richiesta a prendere in considerazione l’inserimento della Fiera di Bergamo tra gli elenchi della Regione Lazio, non è solo un fattore di opportunità territoriale, mi incoraggia di più segnalare una buona pratica di alleanze tra la Fiera e i nostri territori.

<<Quella di Bergamo – conclude Quadrini – verso cui chiediamo venga presa in considerazione la richiesta di inserimento nell’elenco Fiere 2024, ha un modesto impegno economico finanziario per la Regione Lazio, ma rappresenta un interessante cantiere trasregionale per la connessione di modelli di smart Landascape-comunità intelligenti. Una grande opportunità per il nostro territorio verso la quale, sono sicuro, verrà mostrata sensibilità dalla nostra governance regionale>>.

Related Posts