ATTUALITA'

GIOVANI DI CECCANO RIPRISTINANO DA SOLI IL CAMPO DA BASKET DI VIA MATTEOTTI

Un gruppo di ragazzi sta ripristinando il campo da basket adiacente alle scuole di via Matteotti. Hanno già dipinto parte del cemento, tracciato le linee del campo e sistemato uno dei tabelloni. Armati di scale, stanno ora montando i nuovi canestri.

“No, non stiamo sognando, e non è un colpo di sole, ma passeggiando per Ceccano uno strano miracolo ci si è palesato davanti”, scrive il collettivo Ceccano 2030, che ha avuto modo di assistere alle riparazioni e confrontarsi con i ragazzi.

“Alle nostre domande di curiosità, ci hanno risposto di essersi autofinanziati, di non aver avuto contributi dal comune e da nessun partito o associazione – continuano dal Collettivo -.Tempo un paio di giorni e il campo dovrebbe essere pronto. Cioè, avete capito? Un gruppetto di ragazzi che si rimbocca le maniche e fa vedere che, con un pizzico di buona volontà, le cose si possono fare anche a Ceccano. Vi rendete conto? Ragazzi che, con coraggio e tenacia, stanchi ormai di aspettare le risposte della politica che amministra, decidono di mostrare a quest’ultima come si può rigenerare uno spazio pubblico abbandonato e renderlo fruibile per tutti”.

Un’occasione che permette al Collettivo di attaccare direttamente l’Amministrazione comunale: “Giovani di Ceccano che con il loro operato riconoscono e sottolineano il totale fallimento e la totale incompetenza della attuale amministrazione di centrodestra targata Fdi nel gestire e mantenere la cosa pubblica! Noi siamo tornati a casa con un misto di gioia e di rabbia. Siamo contenti perché questo piccolo gesto di impegno giovanile fa capire ancor di più che i  ragazzi hanno dedizione, ostinazione, spirito di sacrificio e se decidono di fare qualcosa per la collettività, sanno farla e bene. Ma siamo anche decisamente arrabbiati, perché agli spazi pubblici, ai luoghi di aggregazione, alle aree verdi e sportive, dovrebbe pensarci la politica che amministra”. 

“Non ci può essere sempre qualche cittadino, più o meno giovane, che sopperisce spontaneamente alle gravi mancanze dell’amministrazione! Altrimenti, chi governa perché non si fa da parte e lascia spazio a chi ha le competenze, le capacità, le idee, per rendere Ceccano, soprattutto per i ragazzi, una città in cui desiderare di vivere piuttosto che un posto da cui fuggire?!? E invece la nostra amministrazione comunale è indaffarata a far altro: perché per le sagre i soldi ci sono, ma per i campetti sportivi, come per i luoghi della cultura o spazi di aggregazione per giovani, non sia mai niente…  Tutta l’amministrazione al completo, insomma Caligiore & Co: avete visto che bella lezione vi ha dato la  gioventù ceccanese? Ma non vi vergognate? Voi pensate ai selfie in pompa magna, loro a sudare per rimettere in sesto un posto la cui manutenzione spetta a voi!”.

Leggi anche: CECCANO, ANCORA NESSUNA LUCE SULLE CONTESTATE STRISCE BLU

E sul cavallo di battaglia dell’amministrazione Caligiore, lo sport, il Collettivo Ceccano 2030 tuona: “Avete abbandonato, e quindi rese pericolose, tantissime infrastrutture sportive e ricreative di Ceccano, ci domandiamo il delegato allo sport che sport faccia… visto che ai Ceccanesi ci pensa davvero poco! Sicuramente è impegnato, come tutta la maggioranza, a spararsi selfie nelle sagre che finanziano. Una maggioranza che ha costruito l’intera campagna elettorale sulla fantomatica costruzione di un polo sportivo a Passo del Cardinale, mai realizzato, e che è incapace di mantenere pulito dalle erbacce le aree comunali preposte allo sport, rivelando la totale incapacità nello gestire anche le più basilari questioni di normale amministrazione”.

“La stessa maggioranza che mette a dimora piante a Piazza Mancini e che poi abbandona tutto all’incuria, tanto da rendere necessario, anche qui, l’intervento spontaneo dei cittadini che hanno curato le aiuole annaffiandole autonomamente. Siamo dinanzi ad un’amministrazione assente al punto che i cittadini, qualsiasi sia la loro idea politica, scelgono di autogestirsi nell’interesse della collettività, sopperendo alle mancanze di chi, questa città, sembra governala solo a metà. Se per sagre ed eventi di dubbia utilità si riescono a reperire fondi regionali, allora perché non chiedere finanziamenti o partecipare a bandi pubblici per risistemare campi e attrezzature sportive comunali? La messa in sicurezza e la cura costante delle aree sportive dovrebbe essere la routine per un Comune come il nostro! E per il loro controllo, non sarebbe opportuno approvare un regolamento per la gestione dei  beni comuni, in modo da coinvolgere  cittadini e associazioni nella conduzione diretta di campi sportivi, spazi di aggregazione e luoghi per iniziative culturali o ricreative? Dimenticavamo che chi amministra la città fabraterna ormai da 10 anni non sa nemmeno rispondere ai bandi (come per i fondi del Pnrr  che sarebbero dovuti essere destinati al palazzetto dello sport e ai campi sportivi intorno alla pista d’atletica) o è impegnato a usare ingenti risorse in progetti insensati (come il rifacimento del manto dello stadio Popolla, inutilizzabile nelle categorie sportive superiori a quelle a cui la nostra squadra di calcio partecipa), così come è vero che non esiste alcun luogo di aggregazione o spazio per i giovani in tutto il territorio comunale. Rispetto allo sport l’amministrazione di centrodestra guidata da Fdi è  impegnata a dormire…meno male che  a sognare ci pensano tutti i ragazzi volenterosi di Ceccano. Noi, che per loro facciamo il tifo, vogliamo sognarci insieme un futuro diverso per la nostra Città, e con loro  siamo impegnati  a realizzarlo”, concludono.

Unisciti a Oggi Lazio sul canale WhatsApp e su Facebook per ricevere costanti aggiornamenti sulle ultime notizie

Related Posts