POLITICA

IL M5S DI CIAMPINO APPOGGIA LA SINDACA COLELLA: “QUESTO È L’ULTIMO ATTO DI LEALTÀ NEI SUOI CONFRONTI”

Nonostante le difficoltà e le differenze di opinione emerse dopo l’ultimo Consiglio Comunale, il M5S di Ciampino decide di sostenere la Sindaca Emanuela Colella nella speranza di un “futuro cambiamento”. Tuttavia, si critica la mancanza di coerenza e chiarezza nel progetto politico proposto dalla sindaca e dalla sua maggioranza.

M5S Ciampino: “Questo è stato l’ultimo atto di lealtà verso gli accordi fatti con la sindaca Colella e la sua maggioranza”

“Nell’ultimo Consiglio Comunale, quello dove si approvava il rendiconto di gestione del Comune per l’anno 2023, il Movimento 5 stelle di Ciampino ha dovuto affrontare l’ennesima accusa di “debolezza” politica. E’ doveroso precisare che stiamo parlando del bilancio esclusivamente del Comune e non di quello delle società partecipate: Asp e AET che allo stato attuale risultano essere le più grandi criticità economiche dell’Ente. Come accade sovente in politica, queste situazioni vengono utilizzate di più come esercizio muscolare di forza tra campi avversi anziché come occasioni per comprendere la complessità delle problematiche di gestione di un ente, spesso più complesse di quanto una percezione esterna possa immaginare.

Di fronte alle posizioni essenzialmente ideologiche, ovvero quelle della Maggioranza – tutta tesa a valorizzare le (sempre troppo poche ) cose fatte e a minimizzare i propri errori- e dall’altra le Opposizioni a fare l’esatto contrario. Nel mezzo c’è il M5S che, per una serie di motivi, allo stato attuale non è né maggioranza né tantomeno opposizione; motivo per cui restiamo più oggettivi per spiegare come stanno realmente le cose.

Leggi anche: ROTTURA IN COMUNE CON M5S, PD CIAMPINO: “ABBIAMO AUSPICATO UN CAMBIO DI ATTEGGIAMENTO INVANO”

Parliamo quindi del voto per l’approvazione del bilancio 2023. Il bilancio del comune di Ciampino versa da anni in condizioni di criticità legate essenzialmente ai debiti delle precedenti gestioni e dall’organico del comune sempre più ridotto negli anni sia per effetto dei vincoli del bilancio stesso (blocco delle assunzioni) che dei tanti dipendenti che hanno raggiunto la agognata pensione per i tanti anni di lavoro svolto presso l’Ente stesso e ai quali va dato riconoscimento del grande lavoro svolto nonostante le difficoltà perdurate per anni. Anni in cui invece le nostre aziende hanno dato incremento agli organici dando sicurezza economica e certezza a centinaia di famiglie, soprattutto ciampinesi.

Una domanda per Voi: Sapete perché si preferisce essere assunti nelle aziende partecipate piuttosto che dal comune? Semplice, si guadagna di più e la contrattualistica, essendo privatistica, sfugge dagli innumerevoli vincoli imposti dai settori contabili ed amministrativi.

Nonostante le diverse difficoltà, le asimmetrie informative illustrate alla cittadinanza ciampinese nei giorni scorsi, abbiamo comunque scelto di sostenere la Sindaca Emanuela Colella sperando in un futuro ma prossimo cambiamento che al momento non abbiamo ancora avvertito se non in sporadiche occasioni. Si sa, quando sei in Maggioranza, si discute, anche animatamente, ma alla fine si arriva ad una quadra, quadra, che al netto dei pareri tecnici ed economici degli organi di revisione e di gestione sulla gestione dell’ente, risulta essere un fatto oggettivo. Tale fatto non può essere cambiato da chi ha governato per un anno solo poiché uno degli attori dell’accordo di maggioranza commette, a nostro avviso, il gravissimo errore di escludere, dalla maggioranza stessa, il M5S.

Leggi anche: CIAMPINO, ANCORA SCINTILLE TRA M5S E PD: MAURO DEL TUTTO RISPONDE ALLE ACCUSE

Si chiude così coerentemente un cerchio nato dalla nostra adesione al progetto politico proposto da Emanuela Colella. Un progetto politico che nei fatti si è dimostrato debole e confuso, pieno di reticenze e comportamenti che non ci saremmo mai aspettati. La lealtà ha diverse sfaccettature…si può essere leali anche in contrasto. Il punto è la coerenza, il rispetto. Questo è stato l’ultimo atto di lealtà verso gli accordi fatti con la sindaca Colella e la sua maggioranza ma al tempo non rappresenterà l’ultimo atto di lealtà nei confronti della cittadinanza che aveva votato un progetto innovativo.

Adesso abbiamo la massima agibilità politica e potremo concentrarci sulle delicatissime questioni delle due partecipate, e non solo. In questo contesto faremo le nostre valutazioni originali e indipendenti a difesa dell’aziende dei lavoratori e della città. La coerenza è onorare gli accordi stabiliti senza prostrarci a scelte, comportamenti e sponsor che vorrebbero invece dettare la linea, linea che troppo spesso esula dall’impegno e dal rispetto dei programmi elettorali”.

Unisciti a Oggi Lazio sul canale WhatsApp e su Facebook per ricevere costanti aggiornamenti sulle ultime notizie

Related Posts