ATTUALITA' IN PRIMO PIANO

INQUINAMENTO VALLE DEL SACCO: UNO STUDIO CON ARPA E CNR

Nella sede di via Cristoforo Colombo, è stata ufficialmente avviata la convenzione per la caratterizzazione dei valori di fondo del Sistema Idrografico Naturale (SIN) Valle del Sacco. Questo fondamentale accordo è stato firmato da Wanda D’Ercole, responsabile della Direzione Bonifiche e Ciclo Rifiuti della Regione Lazio; Elisabetta Preziosi, prima ricercatrice del Cnr IRSA; e Tommaso Aureli, Direttore Generale di Arpa Lazio.

A presentare questa iniziativa, negli uffici regionali, sono stati gli assessori all’Ambiente e Transizione Energetica, Elena Palazzo, e alla Tutela del Territorio, Fabrizio Ghera.

Grazie alla convenzione sarà effettuato uno studio tecnico-scientifico delle matrici ambientali della valle attorno al fiume Sacco. All’Arpa viene conferito il compito di determinare i valori di fondo rilevati nel suolo e nel sottosuolo, mentre al Cnr quello di farlo per le acque sotterranee. Le attività verranno sviluppate nell’arco di 30 mesi attraverso dei campionamenti e si concluderanno con un elaborato tecnico e una cartografia specifica nella quale sarà possibile individuare le anomalie dovute a fenomeni di origine naturale”.

Il patto sottolinea l’impegno condiviso nel fronteggiare la persistente problematica della contaminazione ambientale nell’area. Riunendo tutti i soggetti coinvolti, la convenzione affronta aspetti cruciali, dalla salute all’agricoltura fino alle attività produttive. Tra i partecipanti figurano anche i parlamentari locali Aldo Mattia, Massimo Ruspandini e Paolo Pulciani; la presidente della Commissione Sanità della Regione Lazio, Alessia Savo; il consigliere regionale Daniele Maura; e il responsabile della Direzione Ambiente, Vito Consoli.

Leggi anche: LA COMMISSIONE EUROPEA SULLA QUALITÀ DELL’ARIA IN PROVINCIA DI FROSINONE

«Sono particolarmente orgogliosa di annunciare questo importante momento di cui mi sono fatta promotrice e che ha visto in tutti i partecipanti una grande disponibilità, perché per la prima volta riusciamo a mettere attorno a un tavolo tutti gli interlocutori, politici e tecnici, per dare un segnale chiaro ai cittadini che da anni subiscono le conseguenze di una situazione di stallo. Ora possiamo affrontare in maniera coordinata le criticità di questa zona. Il messaggio che oggi diamo è che si deve arrivare a una soluzione che faccia chiarezza. Ognuno di noi da adesso in poi sarà parte attiva di un gioco di squadra svolto nell’interesse di un territorio che merita finalmente risposte concrete» ha spiegato l’assessore all’Ambiente e alla Transizione Energetica Elena Palazzo

«La cittadinanza deve sapere che diverse attività di cantiere per la bonifica sono già partite e si affiancheranno al monitoraggio dei tecnici per fare in modo che gli interventi siano calibrati nella giusta maniera» ha dichiarato l’assessore al Ciclo dei Rifiuti e alla Tutela del Territorio Fabrizio Ghera.

Foto di repertorio

Related Posts