ATTUALITA' IN PRIMO PIANO

ISOLA DEL LIRI: PARTONO I LAVORI AL MULTIPIANO DI VIA GARIBALDI

Prenderanno il via questa settimana i lavori di completamento del parcheggio multipiano di via Garibaldi. Successivamente partiranno quelli nella Galleria Pisani

Questa settimana, la città vedrà prendere il via i lavori atti al completamento del parcheggio multipiano sito in via Garibaldi, seguiti successivamente dall’inizio dei lavori nella Galleria Pisani.

Il primo intervento, con un investimento totale di 280.000 euro, riguarda il completamento della struttura costruita nella zona precedentemente occupata dal vecchio lavatoio. Una volta ultimato, la città potrà godere di un’ulteriore area di parcheggio nel cuore del centro, rappresentando un passo concreto verso la soluzione di problemi legati alla sosta veicolare.

Il sindaco Massimiliano Quadrini ha sottolineato l’importanza di questo progetto, dichiarando: “Era una delle priorità del nostro mandato elettorale ed abbiamo mantenuto la promessa. Presto avremo a disposizione altri 70 posti auto circa. Un grande risultato che ci gratifica per l’impegno profuso in questi anni.”

Leggi anche: ISOLA DEL LIRI PROTAGONISTA DELLE TELECAMERE RAI

Successivamente, i lavori si sposteranno nella Galleria Pisani, dove si procederà all’adeguamento strutturale e all’eliminazione delle barriere architettoniche. Grazie al contributo generoso della Regione Lazio alla Rete d’imprese Stay Isola, sarà possibile implementare diverse migliorie, tra cui il montaggio di pareti vetrate per chiudere una porzione della galleria. Un impianto elettrico verrà installato per valorizzare le opere in mostra, e infine, un servoscala faciliterà l’accesso alle persone con ridotte capacità motorie.

Il sindaco Quadrini ha commentato: “Questa amministrazione comunale ha sempre considerato prioritaria la risoluzione della problematica. Nel 2018, venne ipotizzata e progettata la realizzazione di un ascensore per il superamento del dislivello presente, ma il progetto non venne approvato dalla competente Soprintendenza per i Beni Culturali e pertanto tale soluzione progettuale venne accantonata. Ora ci siamo.”

Related Posts