EVENTI IN PRIMO PIANO

LE NUOVE SCULTURE NEL PARCO MATUSA DI FROSINONE

Il Parco del Matusa di Frosinone si arricchisce di quattro nuove sculture, un mix di rappresentazioni figurative e astratte che trasformano il paesaggio in un’espressione artistica contemporanea.

Le opere, dono generoso degli artisti stessi, sono state collocate su basamenti curati personalmente dal Presidente della Biennale di Arte Contemporanea, Alfio Borghese, in stretta collaborazione con l’Assessore alla Cultura Simona Geralico e il Sindaco Riccardo Mastrangeli. La direzione dei lavori è stata affidata all’architetto Bruno Sacchetti.

Le nuove opere al Parco Matusa

La prima opera da menzionare è “L’Espressione del Libero Arbitrio” di Enrico Roberti, realizzata in ferro nel 2021. Luciano Sarracino, con la sua opera in bronzo intitolata “La Chiave” del 2016. A seguire, l’opera di Leonardo Antonucci intitolata “Immutabili Legami”, scolpita nel pregiato marmo di Carrara nel 2023 e Pierluigi Proietti, con “Il Calciatore” realizzato in acciaio commerciale nel 2022.

Inaugurate le quattro nuove sculture installate nel Parco Matusa di Frosinone, che si vanno ad aggiungere alle due precedenti installazioni del 2020

Le nuove opere si aggiungono alle due già installate nel 2020: quella di Elena Sevi, realizzata in bronzo e che raffigura Camilla, regina dei Volsci e l’opera realizzata dalle allora allieve del Liceo Artistico di Frosinone: Cecilia e Veronica Caponera, Sara Carbone, Valentina Ceccarelli, Giulia Iacovacci, Alice Napoli e Michela Reali nel 2015, “Viola”, mezzobusto in bronzo alto 80 centimetri, in memoria delle vittime delle marocchinate, fusa poi in bronzo da Alfio Borghese. A dirigere le allieve dell’Anton Giulio Bragaglia l’insegnante Giusy Milone, valente scultrice.

Inaugurate le quattro nuove sculture installate nel Parco Matusa di Frosinone, che si vanno ad aggiungere alle due precedenti installazioni del 2020

Al vernissage, insieme al Sindaco di Frosinone Riccardo Mastrangeli, erano presenti l’on. Nicola Ottaviani, il questore Domenico Condello, il direttore dell’Accademia di Belle Arti Loredana Rea, il dirigente dell’IIS Bragaglia Fabio Giona, gli assessori Rossella Testa e Angelo Retrosi, i consiglieri Corrado Renzi e Andrea Turriziani, Alfio Borghese e una nutrita rappresentanza degli alunni dei quattro comprensivi e del Cpia di Frosinone, accompagnati dai propri docenti. Madrina dell’iniziativa, Adriana Russo.

Leggi anche: FROSINONE, PROGRAMMATI INTERVENTI PER VIABILITA’ E COMMERCIO

 “Cultura e bellezza si incontrano in questo bellissimo parco – ha dichiarato il Sindaco Mastrageli – Il Parco Matusa, già ‘casa’ dei Canarini, è diventato, dal 2018, un punto di riferimento per l’incontro e l’aggregazione intergenerazionale di giovani, famiglie, bambini, anziani e sportivi. È oggetto di un importante progetto di riqualificazione, che prevede tra l’altro un nuovo impianto di illuminazione ecosostenibile e la creazione di un’area polivalente per il fitness”.

Related Posts