ATTUALITA'

LINEA FERROVIARIA ROCCASECCA – AVEZZANO, INDICATORI LUMINOSI OBSOLETI. L’APPELLO DEL COMITATO DEI PENDOLARI

La linea ferroviaria Roccasecca-Avezzano è stata per anni molto importante per il trasporto pendolari in Ciociaria e non solo. Dal primo tratto Roccasecca-Arce inaugurato nel 1884, fino alla definita conformazione del 1902, ha rappresentato nel tempo uno dei principali strumenti di collegamento tra la Valle del Liri alla Valle di Roveto. Con l’intersezione, a Roccasecca, con la Caserta-Cassino-Roma, collega le tre regioni del centro Italia, Campania, Lazio e Abruzzo.

Nel tempo la linea in questione ha man mano perso di brillantezza, mantenendo intatto il suo fascino, con un percorso che ben si sposa con la bellezza del paesaggio attraversato.

Il Comitato dei pendolari Roccasecca-Avezzano e il suo presidente Emilio Cancelli sono sempre attenti a tutto ciò che attiene alla gestione attuale della linea.

Nel mirino del Comitato l’assenza di moderni monitor informativi per partenze e arrivi nelle stazioni della linea.

<<Da quel che vedo su tutte le linee con esercizio ferroviario regolare vi sono i monitor arrivi e partenze (quelli neri con scritte gialle/arancioni), con indicazione in tempo reale della provenienza/destinazione del treno, del binario e dell’eventuale ritardo/soppressione, e gli annunci sonori in tempo reale con la voce computerizzata, – ha dichiarato Emilio Cancelli – tranne che sulla Avezzano Roccasecca, dove abbiamo il solo indicatore luminoso visibile in foto ed il solo annuncio sulla provenienza del treno.

Leggi anche: DISSERVIZI LINEA ROMA-CASSINO. IL M5S CHIEDE L’INTERVENTO DELLA REGIONE

<< Mi dispiace rilevare (e lietissimo di essere smentito) che la Avezzano Roccasecca è l’unica linea con esercizio ferroviario regolare a non avere un sistema di informazione alla clientela di tipo moderno, essendo questo assicurato solo dal visore che vede in foto e che indica la destinazione del treno (peraltro sbagliata perché i treni oggi raggiungono tutti Cassino e non si fermano a Roccasecca), oltre ad un annuncio sonoro limitato alla seguente frase: “treno proveniente da, in arrivo sul binario”. – ha detto al nostro Giornale Cancelli – In caso di ritardi o di soppressioni interviene (spesso non accade o il messaggio si sente male) manualmente il dirigente centrale operativo della linea il quale come un vecchio capostazione fa l’annuncio vocale.

<<Tutto ciò accade solo nelle stazioni dotate di impianto di segnalamento di protezione e partenza ma non nelle fermate che non hanno nessun tipo di informazione all’utenza. – conclude – Da qualche anno RFI ci dice che è in progetto l’implementazione del sistema di informazione all’utenza ma verrà associato all’attivazione del sistema ERTMS che per ora è prevista alla fine di questo anno, quando originariamente avrebbe dovuto avvenire nel 2022>>.

Related Posts