ATTUALITA'

NUOVO PROGETTO”PRONTO SOCCORSO” REGIONE LAZIO

Nuova Iniziativa della giunta del Lazio rivoluziona l’assistenza sanitaria con il progetto “Pronto Soccorso”

In un recente sviluppo nell’ambito dell’assistenza sanitaria, la Regione Lazio ha annunciato l’attuazione di un progetto denominato “Pronto Soccorso”. Questa iniziativa, che si distingue per il suo forte impegno verso la solidarietà e l’umanizzazione delle strutture sanitarie, nasce dalla collaborazione tra la Regione Lazio e la Croce Rossa Italiana.

Il progetto, frutto di un protocollo d’intesa sancito dalla delibera regionale, è stato proposto dal Presidente della Regione, Francesco Rocca, e dagli assessori Massimiliano Maselli e Giuseppe Schiboni. L’obiettivo principale di questa iniziativa è migliorare in maniera significativa l’interazione tra i cittadini e i servizi offerti dalle strutture ospedaliere regionali, con una particolare attenzione verso i pazienti in condizioni di vulnerabilità.

La Regione Lazio ha stanziato un fondo significativo di oltre otto milioni di euro, che verrà distribuito nel periodo 2023-2025, per il successo del protocollo “Pronto Soccorso”. Questi fondi permetteranno di mettere in atto azioni concrete a favore dei cittadini, in special modo di quelli che si trovano in una situazione di fragilità psico-fisica, attraverso la realizzazione di un modello innovativo di accoglienza e accesso ai servizi sociosanitari.

Leggi anche: CROCE DI CACUME A RISCHIO: CHIESTI AIUTI ALLA REGIONE

Il Presidente Rocca ha sottolineato l’importanza di questo progetto, affermando:

«La Regione Lazio non solo investe nella salute, ma dimostra concretamente l’importanza di un approccio empatico e umano nella fornitura di servizi sanitari. Il progetto ‘Pronto Soccorso’ è un passo avanti verso una sanità più efficiente, calorosa e orientata al benessere di tutti i cittadini. Il protocollo è un atto dovuto, soprattutto nei confronti delle persone fragili e delle loro famiglie, perché so bene che i volontari della Croce Rossa Italiana, con il loro operato costante e quotidiano, garantiranno un servizio assistenziale di livello anche e soprattutto nei casi particolari e più delicati. Si tratta di un passo importante per l’assistenzialità dei pazienti negli ospedali regionali a dimostrazione che non intendiamo lasciare nessuno indietro».

Un aspetto distintivo di questa collaborazione è il ruolo attivo che avranno i volontari della Croce Rossa Italiana. In virtù della convenzione stipulata, i volontari saranno impegnati direttamente nelle strutture sanitarie, dove avranno il compito di potenziare i servizi di accoglienza, umanizzando il percorso del paziente e fornendo informazioni essenziali ai familiari sull’accesso e sull’utilizzo dei servizi sanitari. Una particolare attenzione sarà riservata ai pronto soccorso per i casi di violenza di genere (codici rosa), nonché per l’accoglienza specializzata di bambini e adolescenti vittime di violenza e maltrattamenti.

Related Posts