IN PRIMO PIANO

NUOVO REGOLAMENTO ATTIVITÀ STORICHE DEL LAZIO

In una mossa significativa volta a valorizzare e preservare il patrimonio storico-commerciale del Lazio, la Giunta regionale, sotto la guida del presidente Francesco Rocca e su iniziativa dell’assessore allo Sviluppo economico, Roberta Angelilli, ha adottato una nuova delibera che rivoluziona il modo in cui le botteghe tradizionali e altre attività storiche del Lazio vengono riconosciute e valorizzate. Questa decisione, che segue la legge regionale del 10 febbraio 2022, introduce l’uso di loghi distintivi per le attività storiche della regione, stabilendo un ponte visivo tra il passato e il presente del commercio regionale.

I nuovi loghi, che si caratterizzano per un design ispirato alle insegne storiche, mirano a celebrare e a enfatizzare la lunga storia, la semplicità, la solidità e la tradizione delle attività commerciali del Lazio. L’adozione di un’estetica vintage e di font caratteristici non è solo un richiamo visivo alla storia, ma serve anche a garantire un senso di continuità e identità alle attività coinvolte. Questi simboli, ora parte integrante dell’identità visiva delle botteghe e delle attività storiche, sono dettagliatamente descritti nel manuale d’uso approvato, che include specifiche grafiche, caratteristiche tecniche e modalità di utilizzo del logo.

Leggi anche: AUMENTANO GLI AUTOVELOX A FROSINONE

Le attività che si trovano nell’Elenco Regionale delle attività storiche sono ora tenute a esibire il logo riconosciuto all’esterno del loro esercizio, offrendo ai passanti non solo un’immagine visiva immediata del loro status storico, ma anche un’opportunità di approfondire la storia e il valore del negozio tramite il materiale informativo fornito e l’attestato rilasciato dalla Regione Lazio. Inoltre, il regolamento permette alle botteghe e alle attività di utilizzare la denominazione “Bottega e attività storica” e il loro logo specifico nelle campagne pubblicitarie, contribuendo a un ulteriore rafforzamento della loro immagine e riconoscimento pubblico.

Questa iniziativa si inserisce in un quadro più ampio di politiche regionali finalizzate alla valorizzazione del patrimonio storico e culturale del Lazio. Con questa delibera, la Giunta regionale del Lazio non solo rafforza l’identità culturale delle sue attività commerciali storiche, ma apre anche la strada a nuove possibilità di marketing e promozione, contribuendo a conservare e celebrare le radici storiche della regione in un mondo sempre più globalizzato e omogeneizzato.

Foto di repertorio

Related Posts