ATTUALITA'

PARCO DEI MONTI SIMBRUINI, IL BILANCIO DEL COMMISSARIO FOPPOLI

E’ stato un anno molto importante per il Parco dei Monti Simbruini quello appena trascorso. 2023 nel corso del quale l’ente ha compiuto i suoi primi 40 anni di vita.

Nel corso dell’anno si è insediato il nuovo commissario, Alberto Foppoli, che ne ha subito delineato le linee guida: <<Sto puntando molto sul coinvolgimento delle amministrazioni comunali, il mondo associativo, i cittadini e le scuole nei progetti di educazione ambientale.  Un lavoro svolto in sinergia con la Regione Lazio senza dimenticare il prezioso impegno dei dipendenti dell’Ente Parco che ringrazio vivamente. E’ stata un’attività intensa sotto il profilo istituzionale, finalizzata a valorizzare un territorio di straordinaria bellezza, ricchissimo di storia e proiettato su un futuro di progresso e di integrazione. L’Ente Parco rappresenta un riferimento importante il collante che lega gli 8 Comuni che ricadono in esso, per questo è stato doveroso, rinsaldare quest’importante  rapporto con ciascuno degli 8 Comuni, creando una sinergia, ed una collaborazione viva>>,

Nella disanima dell’anno passato, il commissario Foppoli pone l’attenzione sull’importante inaugurazione del Ponte di Comunacque, ricadente tra i comuni di Jenne e Trevi Nel Lazio: <<E’ stata un’occasione importante, un luogo simbolo all’interno del Parco, uno dei più belli ed incontaminati ed è stato un momento molto significativo. Dopo alcuni anni dal crollo del Ponte è stato inaugurato un nuovo ponte realizzato insieme con i Comuni di Trevi Nel Lazio e Jenne, e quel giorno è stato importante vedere tutti i Sindaci presenti insieme all’Assessore Regionale Gianfranco Righini, un’attestazione della grande forza di fare squadra>>.

Leggi anche: FILETTINO, SPIRAGLIO PER L’APERTURA DI CAMPO STAFFI. L’ANNUNCIO DEL SINDACO

<<Abbiamo la fortuna di vivere 365 giorni, tutte la peculiarità di un territorio che come un prisma mostra un’infinità  di sfaccettature, e la bellezza di ognuna di esse ne è l’unicità. Oltre all‘importante impegno di tutelare e preservare il contesto ambientale, la sua biodiversità,  vi è la promozione che avviene mettendo in rete queste caratteristiche che sono presenti sul territorio. – ha dichiarato Foppoli – La miriade d’iniziative che vengono elaborate e messe in programma  tutto l’anno, coinvolgendo i Comuni ed i vari sodalizi, rendono più interessante l’offerta, invitando ogni fascia di età, dall’esperto escursionista al semplice curioso, a conoscere i vari cammini, a partecipare ai vari eventi di trekking del Parco, così come per chi cerca momenti di pace e tranquillità, a chi invece vuole vivere la quotidianità dei luoghi, appassionandosi ad attività sportive o culturali, insomma il ventaglio delle offerte non manca, anzi c’è l’imbarazzo della scelta>>.

Lo sguardo di Alberto Foppoli è orientato, dunque, al 2024, con diverse inziative in corso: <<In quest’ultimo periodo sono stati avviati i lavori per la Fattoria didattica a Trevi nel Lazio in località Ponte delle Tartare, si tratta di un’opera importante, che oltre a recuperare uno degli scorci più belli del Parco, mira a realizzare un’opera educativa e formativa. La Fattoria Didattica, ospiterà il museo dell’Acqua, ed avrà tecnologia multimediale, che aiuterà in vari percorsi i visitatori a conoscere il territorio , la natura ed i suoi amici animali , in essa inoltre ci sarà il museo dell’acqua, il tutto rappresenterà un tassello in più per la promozione del territorio. I siti presenti nel Parco, di grande valore e rappresentatività sono diversi. Sempre a Trevi vi è l’Orto Botanico e l’Ostello di Colli Mordani  La Casa delle Sementi di Vallepietra rappresenta un altro importante sito, un vero  baluardo  per la salvaguardia della tipicità  autoctona delle sementi>>.

<<Mi auguro che le guerre che attualmente sono in corso cessino, per il bene di tutti.  Ricordo che anni fa il Parco dei Monti Simbruini diede vita ad un interessante sinergia internazionale con il Parco Nazionale dei Monti Carpazi in Ucraina. Quel Parco è coetaneo del nostro, venne  istituito il 3 giugno 1980 per proteggere i paesaggi dei Carpazi.  E’ il primo parco nazionale istituito in Ucraina, con un bellissimo territorio, sarebbe bello alimentare questa ed altre collaborazioni internazionali, augurandoci appunto la fine di tutte le guerre: Buon Anno Nuovo>> dice in conclusone il Commissario Foppoli

Related Posts