ATTUALITA'

PARCO MONTI SIMBRUINI NELLE SCUOLE CON IL PROGETTO GENS

Foppoli: “Siamo orgogliosi di ispirare una nuova generazione di “custodi della Terra”

Proseguono con successo le attività educative del Parco Naturale dei Monti Simbruini, nell’ambito del progetto “Gens”, che
prevede una serie di attività che coinvolgono ed avvicinano il mondo della scuola all’ambiente, alimentando la consapevolezza e
la responsabilità individuale nei confronti della conservazione e tutela della biodiversità. Un programma di attività diversificato e
in linea con gli obiettivi internazionali dell’Agenda ONU 2030.

Un’attività itinerante che l’Ente Parco sta svolgendo all’interno delle classi primarie dei plessi scolastici degli otto Comuni presenti sul territorio. Nei giorni scorsi con la cooperativa sociale “Ent dei Monti Ernici” il Parco Monti Simbruini ha fatto tappa presso i plessi di Filettino e Trevi nel Lazio, per parlare del grande valore dell’acqua quale ricchezza per il territorio.

“Formare cittadini responsabili, consapevoli e rispettosi dei valori del territorio in cui vivono è una delle principali mission del Parco
Naturale Regionale dei Monti Simbruini –ha sottolineato il commissario Alberto Foppoli- . Iniziare a lavorare sull’educazione al rispetto dell’ambiente fin da piccoli è fondamentale. Gli insegnamenti ambientali offrono a bambini l’opportunità di scoprire la bellezza e la fragilità della natura, sviluppando un senso di meraviglia e rispetto verso tutto ciò che li circonda.

Leggi anche: L’INTERESSE PER IL PARCO DEI MONTI SIMBRUINI VA OLTRE I CONFINI NAZIONALI

Con questi appuntamenti all’interno delle scuole, si vuole andare oltre la semplice trasmissione di informazioni sugli ecosistemi e i fenomeni naturali, cercando di sviluppare negli studenti una comprensione profonda dei legami tra l’uomo e l’ambiente, incoraggiandoli a diventare custodi attivi del territorio. Le attività includono anche attività al di fuori delle mura scolastiche, all’interno di particolari spazi del Parco, che logicamente vedranno una maggiore frequentazione durante la primavera. Il Parco, con le sue attività è orgoglioso di giocare un ruolo importante nell’ispirare una nuova generazione di “custodi della Terra”, impegnati a proteggere e preservare il nostro prezioso patrimonio ambiente per le generazioni future”.

Unisciti a noi sul nostro canale WhatsApp e su Facebook per ricevere costanti aggiornamenti sulle ultime notizie

Related Posts