ATTUALITA'

PROVINCIA DI FROSINONE, DOPO DUE ANNI DI STOP ARRIVANO LE PRIME RISPOSTE SUI CONCORSI PER I COLLABORATORI

Dopo una lunga attesa, iniziano ad arrivare le prime risposte e chiarimenti da parte dell’amministrazione provinciale di Frosinone relativamente ai concorsi banditi nel 2022 per figure tecniche ma non ancora espletati. A renderlo noto è la CISL FP che assicura il continuo monitoraggio sulla questione.

Nel 2022, erano stati banditi due concorsi per figure tecniche: il primo per 32 posti di collaboratore professionale tecnico (categoria B3) e il secondo per 22 posti di collaboratore professionale amministrativo (categoria B3). Entrambe le posizioni prevedevano un’assunzione a tempo indeterminato part-time per 18 ore settimanali. Tuttavia, nonostante il tempo trascorso, le procedure concorsuali erano rimaste ferme.

Antonio Cuozzo, Segretario Generale della Cisl Fp Frosinone, e Raffaele Ercoli, Responsabile degli Enti Locali della Cisl Fp Frosinone, hanno espresso il loro disappunto per questa situazione. «Una situazione inaccettabile che come organizzazione sindacale abbiamo contestato sin dall’inizio – hanno dichiarato –. In più occasioni abbiamo chiesto risposte e chiarimenti da parte dell’Amministrazione. Dopo molto tempo arrivano le prime risposte che ci fanno ben sperare verso la risoluzione del problema».

Leggi anche: REGIONE LAZIO, FIRMATO ACCORDO PER SOSTENERE I LAVORATORI DELLE AREE DI CRISI DI FROSINONE E RIETI

Secondo quanto riferito dai rappresentanti sindacali, per quanto riguarda i collaboratori tecnici, la commissione preposta dovrebbe riunirsi a breve per definire le date del concorso. Per i collaboratori amministrativi, invece, si sta procedendo con l’affidamento a una società specializzata per l’espletamento delle procedure concorsuali. «A distanza di due anni da quando furono banditi i concorsi arrivano le prime risposte che, ci auguriamo, possano portare all’espletamento di tutte le procedure con le relative assunzioni. Come organizzazione sindacale continueremo a vigilare fino all’esito di tutte le attività concorsuali», hanno aggiunto Cuozzo ed Ercoli.

Parallelamente, la Cisl Funzione Pubblica ha lanciato una nuova proposta per migliorare l’efficienza delle assunzioni nel settore pubblico locale. «A breve presenteremo una proposta affinché si proceda con concorsi aggregati provinciali – spiegano Cuozzo ed Ercoli –. Questo permetterà di fare un concorso da cui, poi, potranno attingere tutti i Comuni. In questo modo si avrà una graduatoria provinciale unica per tutti gli idonei. Il risultato di questa proposta è quello di favorire le assunzioni e aiutare i piccoli Comuni che non hanno le possibilità e i mezzi per gestire e far fronte ai costi delle procedure concorsuali».

Unisciti a Oggi Lazio sul canale WhatsApp e su Facebook per ricevere costanti aggiornamenti sulle ultime notizie

Related Posts