POLITICA

ROCCA D’ARCE, SUL PARCO GIOCHI MARILENA DI FOLCO PERSISTONO ANCORA VARIE CRITICITÀ

Dopo la tanto attesa riapertura del parco giochi intitolato alla scomparsa Marilena di Folco, il gruppo Roccadarce Progetto Comune esprime delle considerazioni circa alcune criticità riscontrate nonostante i recenti lavori.

In un posto sui canali social, il gruppo consiliare di Rocca D’Arce scrive infatti che: “Sulla totale condivisione e supporto per l’intitolazione del parco giochi alla nostra cara Marilena ci siamo già ampiamente espressi con sentimento. Proprio per senso di rispetto, nelle precedenti occasioni, abbiamo doverosamente separato il nostro pensiero da altro genere di considerazioni. Ora però ci corre anche l’obbligo di formulare alcune osservazioni sulle criticità che tuttora conserva la struttura nonostante i lavori realizzati con finanziamento (ai comuni sotto ai 1000 abitanti) pari a complessivi Euro 84.168,33 concesso ai sensi dell’art. 30, comma 14-bis del decreto 30 aprile 2019, n. 34.

Dopo più di un anno e mezzo dall’inizio dei lavori, troppo spesso interrotti, finalmente torna nella fruibilità dei bambini e delle famiglie una struttura dalla funzione sociale di grandissimo rilievo. In questo lungo percorso abbiamo, con spirito costruttivo e responsabile, dato alcuni suggerimenti per rendere il sito maggiormente sicuro e sollecitato spesso l’amministrazione a superare i continui ritardi nella esecuzione delle lavorazioni. Al momento però le nostre osservazioni non sembrano essere state prese adeguatamente in considerazione.

In questi giorni abbiamo pertanto reiterato al Responsabile dell’Ufficio Tecnico la necessità di posizionare un cancello all’ingresso del parco giochi che si trova direttamente su una strada provinciale ad alta percorrenza. Tale accortezza darebbe sicuramente anche una maggior tranquillità ai genitori nei momenti di svago dei loro figli. Oltretutto nemmeno guasterebbe una recinzione sui restanti lati che ne delimiti il perimetro, evitando un “campo aperto”. Da tempo abbiamo anche richiesto all’Amministrazione di istituire un attraversamento pedonale nelle prossimità illustrandone le modalità. Come gruppo consiliare ci siamo fatti carico di richiedere alla Provincia di Frosinone il posizionamento di dissuasori luminosi della velocità ( come quelli sul tratto della Scuola di Via Canale) per segnalare, sulla S.P. , la presenza del parco in un punto molto trafficato e dove è importante moderare la velocità per la presenza di bambini.

Leggi anche: ROCCA D’ARCE, INAUGURATO IL NUOVO PARCO GIOCHI INTITOLATO A MARILENA DI FOLCO

Vi è inoltre da rimarcare che l’area che dovrebbe essere a verde, al momento lascia davvero molto a desiderare. Sembra ancora di stare in un cantiere! Anziché dare decoro con la preparazione di un letto di semina per un bel prato con terreno adeguato è stato livellato quello argilloso di scavo presente in loco. Quest’ultimo non è adatto alla crescita dell’erba e rimane inoltre fangoso per molti giorni dopo le piogge (per la gioia delle mamme). Eppure di tempo ne hanno avuto!

Poche rifiniture dunque, anche perché molte delle risorse sarebbero servite per l’acquisto del gioco principale (in foto) che, da quanto si apprende dagli uffici, pare sia costato la cospicua cifra di 28.000 € circa. Questione di scelte! Ma è chiaro a tutti che servirà sicuramente migliorare ancora la struttura!”.

Unisciti a Oggi Lazio sul canale WhatsApp e su Facebook per ricevere costanti aggiornamenti sulle ultime notizie

Related Posts