IN PRIMO PIANO POLITICA

TERMOVALORIZZATORE, LA REPLICA DEI SINDACI: ‘INCONTRO CON GUALTIERI AVVENUTO FUORI TEMPO MASSIMO’

Si è tenuto il 20 marzo in Campidoglio l’incontro organizzato dal Sindaco di Roma Capitale Roberto Gualtieri con i Sindaci di diversi Comuni dei Castelli Romani e limitrofi all’area di Santa Palomba, contrari alla realizzazione del termovalorizzatore. Questa la nota congiunta dei Sindaci.

“Un incontro che si è tenuto fuori tempo massimo quello di ieri in Campidoglio con il Sindaco di Roma Capitale, Roberto Gualtieri, per discutere della costruzione del termovalorizzatore di Santa Palomba. Come Sindaci dei territori che subiranno le conseguenze dell’impianto, infatti, avevamo richiesto già un incontro al Sindaco Gualtieri nel passato dicembre 2022, richiesta alla quale non abbiamo mai ricevuto risposta fino a ieri.

Un confronto, dunque, che arriva ormai a giochi fatti, durante il quale il Sindaco Gualtieri ha tentato di giustificare la sua scelta, motivandola secondo il suo punto di vista.

Abbiamo quindi sottolineato i punti critici della tecnologia dell’impianto, il problema del trasporto dei rifiuti su strada la presenza dei pozzi realizzati all’interno del termovalorizzatore, con conseguenze disastrose sulla falda che alimenta i nostri laghi, punti ai quali non abbiamo ricevuto risposta. Insomma, tutte ricadute negative in termini di qualità dell’aria, salute dei cittadini e salvaguardia dell’ambiente.

Leggi anche: TERMOVALORIZZATORE: OGGI INCONTRO TRA GUALTIERI E SINDACI. CRESCE LA RABBIA DEI COMITATI CITTADINI

Il Sindaco Gualtieri ci ha chiesto di non fare terrorismo ed evitare narrazioni tossiche, ma riteniamo che, se fossimo stati coinvolti, non saremmo arrivati a questa situazione. Noi rappresentiamo un bacino di 600mila abitanti che fa la differenziata da minimo 10 anni, con una percentuale che va dal 70% in su, siamo sindaci abituati a fare sistema, a lavorare insieme e continueremo a vigilare e a fare quanto in nostro potere per opporci ancora una volta a questa scelta che riteniamo sbagliata dall’inizio. Costruire un mega impianto è la scelta più facile per Roma, ma costruire impianti con tecnologie diverse, in grado di dare risposte diffuse sul territorio è possibile.

Infine, la proposta del Sindaco Gualtieri di coinvolgerci in un osservatorio per monitorare l’andamento della costruzione dell’impianto e poi il suo buon funzionamento, a nulla serve visto che nascerà subito dopo l’assegnazione della gara e quindi non ci consentirebbe di ridiscutere né la localizzazione né la tecnologia dell’impianto”.

Unisciti a noi sul nostro canale WhatsApp e su Facebook per ricevere costanti aggiornamenti sulle ultime notizie

Related Posts