IN PRIMO PIANO

TIVOLI, OSPEDALE: REVOCATO INTEGRALMENTE IL SEQUESTRO DELL’EDIFICIO

Ora la ASL Roma 5 dovrà eseguire le operazioni necessarie per il ripristino e verifica della rete idrica antincendio

Il Presidio Ospedaliero di Tivoli, teatro dell’incendio avvenuto l’8 dicembre 2023, segnato da gravi danni alla sua cabina elettrica ubicata nel cortile, ha ricevuto una svolta positiva con il recente provvedimento della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Tivoli datato 20 febbraio 2024. Tale decisione ha visto il dissequestro della cabina elettrica stessa, aprendo così la strada al tanto atteso ripristino e all’adeguamento normativo.

Il dissequestro non si è limitato alla cabina elettrica, ma ha esteso la sua portata alla rete idrica antincendio e alle stazioni di pompaggio, elementi vitali per garantire la sicurezza e l’efficienza del presidio ospedaliero.

Tuttavia, il riutilizzo di tali strutture è subordinato ad una serie di procedure e controlli rigorosi. La ASL Roma 5 è chiamata ad eseguire, sotto la supervisione e il controllo dei Vigili del Fuoco, le operazioni necessarie per il ripristino e la verifica della rete idrica antincendio. Questo include la messa in pressione della rete stessa e l’esecuzione di qualsiasi intervento necessario per garantirne il corretto funzionamento e la conformità alle normative di legge vigenti.

Al termine di tali operazioni, spetta ai Vigili del Fuoco fornire un resoconto dettagliato sull’esito delle procedure eseguite e sulla completa riconsegna della rete idrica antincendio all’Ospedale. Questo rappresenta un passo significativo verso il pieno ripristino delle funzionalità critiche del presidio ospedaliero.

Leggi anche: TIVOLI: DOPO L’OSPEDALE, IN CRISI ANCHE LE INDUSTRIE

La Procura informa che attualmente sono ancora in corso le complesse attività investigative, tra cui la valutazione della documentazione e il completamento delle disposte consulenze tecniche, ivi comprese le autopsie dei 3 deceduti. Queste attività permetteranno, in breve tempo, di condurre ulteriori approfondimenti nel procedimento aperto contro ignoti per incendio e omicidio colposo.

Foto di repertorio

Unisciti a noi sul nostro canale WhatsApp e su Facebook per ricevere costanti aggiornamenti sulle ultime notizie

Related Posts