ATTUALITA' IN PRIMO PIANO

TIVOLI, RIAPRONO NUOVI REPARTI ALL’OSPEDALE SAN GIOVANNI EVANGELISTA

Questa mattina, nell’ambito del piano di ripristino straordinario delineato dal presidente della Regione Lazio, Francesco Rocca, i reparti di nefrologia, medicina e servizio psichiatrico di diagnosi e cura, insieme ai servizi di radiologia, immunoematologia e medicina trasfusionale, hanno ufficialmente riaperto le loro porte all’Ospedale San Giovanni Evangelista di Tivoli dopo il terribile incendio divampato tra l’8 e il 9 dicembre 2023.

Si tratta di un fondamentale rinnovo delle risorse sanitarie, mirato a ripristinare l’offerta di assistenza presso il San Giovanni Evangelista. Già da un mese, il nosocomio ha potuto contare sulla presenza attiva del reparto di Dialisi, degli ambulatori, del Day Hospital Oncologico e del Punto di Primo Intervento. Il cronoprogramma delineato prevede inoltre una graduale ripresa delle attività per altri reparti cruciali, tra cui chirurgia generale, laboratorio analisi, blocco operatorio delle ali A e B, rianimazione, punto nascita, reparto di emodinamica e, per concludere, il pronto soccorso.

Parallelamente all’operatività dei servizi, si è investito in misure di sicurezza fondamentali. È stato certificato il parco tecnologico e sono stati adottati progressivi adeguamenti alle normative europee in materia di antincendio, estendendoli non solo ai reparti ospedalieri ma anche a nove ascensori e alle porte tagliafuoco Rei. In arrivo è anche il sistema centralizzato di rilevazione degli incendi, ulteriore tassello nella garanzia della sicurezza delle strutture.

Leggi anche: CONSEGNATE OLTRE 7MILA FIRME PER LA RIAPERTURA DELL’OSPEDALE DI TIVOLI IN REGIONE LAZIO

«Riaprire in sicurezza l’ospedale San Giovanni Evangelista di Tivoli era e resta una nostra priorità. Stiamo mantenendo l’impegno con i cittadini. Continueremo a monitorare i lavori nel rispetto del cronoprogramma, ma non bisogna rincorrere l’ossessione: mai un giorno in meno per la sicurezza dei nostri cittadini. Ringrazio il commissario straordinario dell’Asl Roma 5, Silvia Cavalli, che assicurerà anche il potenziamento di servizi vitali per Tivoli e la sua comunità previsti dalla Programmazione della Rete ospedaliera 2024-2026: dal rafforzamento della Rete Ictus, con l’Unità di trattamento Neuro-vascolare, all’Oncologia e alla Radiologia» ha affermato il presidente Francesco Rocca.

«Attraverso le importanti risorse stanziate dalla Regione Lazio, l’ospedale San Giovanni Evangelista è stato oggetto di significative migliorie per l’ampliamento dell’offerta sanitaria e della qualità dell’assistenza. Stiamo predisponendo le implementazioni previste dalla Rete ospedaliera 2024-2026, assieme al potenziamento della radiologia interventistica, dei servizi di endoscopia e di screening, oltre alla predisposizione di un centro per la presa in carico dei pazienti oncologici. Un’altra priorità resta la riattivazione del pronto soccorso dell’ospedale. A supporto del pronto soccorso, che sarà completamente ristrutturato, è stata prevista un’unità di diagnostica per immagini di primo e secondo livello, nella quale sono previste una risonanza magnetica e una tomografia computerizzata, insieme con un ecografo» ha spiegato il commissario straordinario dell’Asl Roma 5, Silvia Cavalli.

Unisciti a Oggi Lazio sul canale WhatsApp e su Facebook per ricevere costanti aggiornamenti sulle ultime notizie

Related Posts